Giovedì, 05 Gennaio 2017 12:45

Trattoria Pane e Vino

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Una trattoria che invita alla semplicità, come i due elementi di base che caratterizzavano la vita del contadino, il pane e il vino. Semplice e mai banale la cucina di Emiliana Morino, legata al territorio e ai prodotti locali. In sala l’accoglienza è garantita dalla simpatia di Flavio Marengo che rende l’atmosfera familiare, grazie anche all’ambiente curato ed elegante, e vi consiglierà nella scelta dei vini. Sono proposte due degustazioni a 30 euro: la prima con carne di fassone al coltello, i tajarin ai 30 rossi con ragù di salsiccia, stracotto di vitello ai funghi e castagne e il bonet, la seconda rivolta ai vegetariani con lo sformato di porri di Cervere con fonduta d’alpeggio, i ravioli del plin con burro e nocciole, formaggi misti e bonet. Il menù alle lumache è offerto a € 40. In carta tra gli antipasti le cipolle ripiene con salsiccia di Bra e Roccaverano, l’imperdibile vitello tonnato. Fra i primi: maccheroni all’uovo al ragù di asparagi o gnocchi di patate di Alta Langa con verdure e mozzarella di bufala. Fra i secondi “la madama piemonteisa”, costata di vitella di 600 gr. cotta alla piastra o le lumache di Cherasco alla parigina. Buoni i dolci, fra cui una speciale panna cotta alle nocciole con miele di lavanda e tortino di cioccolato.

Una trattoria che invita alla semplicità, come i due elementi di base che caratterizzavano la vita del contadino, il pane e il vino. Semplice e mai banale la cucina di Emiliana Morino, legata al territorio e ai prodotti locali. In sala l’accoglienza è garantita dalla simpatia di Flavio Marengo che rende l’atmosfera familiare, grazie anche all’ambiente curato ed elegante, e vi consiglierà nella scelta dei vini. Sono proposte due degustazioni a 30 euro: la prima con carne di fassone al coltello, i tajarin ai 30 rossi con ragù di salsiccia, stracotto di vitello ai funghi e castagne e il bonet, la seconda rivolta ai vegetariani con lo sformato di porri di Cervere con fonduta d’alpeggio, i ravioli del plin con burro e nocciole, formaggi misti e bonet. Il menù alle lumache è offerto a € 40. In carta tra gli antipasti le cipolle ripiene con salsiccia di Bra e Roccaverano, l’imperdibile vitello tonnato. Fra i primi: maccheroni all’uovo al ragù di asparagi o gnocchi di patate di Alta Langa con verdure e mozzarella di bufala. Fra i secondi “la madama piemonteisa”, costata di vitella di 600 gr. cotta alla piastra o le lumache di Cherasco alla parigina. Buoni i dolci, fra cui una speciale panna cotta alle nocciole con miele di lavanda e tortino di cioccolato.

Informazioni aggiuntive

  • Indirizzo: Via Vittorio Emanuele, 18
  • Cap: 12062
  • Città: Cherasco
  • Telefono: 0172489108
  • Web: www.trattoriapaneevino.com
  • Chiusura: lunedì e martedì
  • Ferie: variabile
  • Lingue: Inglese
  • Carte Accettate: American Express, Visa, MasterCard
Letto 152 volte Ultima modifica il Lunedì, 09 Ottobre 2017 14:05
Altro in questa categoria: « Osteria La Torre Al Bistrot dei Vinai »

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Facebook

Newsletter

Iscriviti per rimanere aggiornato!
Joomla Extensions powered by Joobi

Instagram

Instagram icon

 

Partecipa al progetto

Hai un ristorante, e condividi le nostre idee?

Contattaci.

copertina2018 per sito

copertina2017 per sito

Copertina tavolozza2016

copertina2015 per sito