Stampa questa pagina
Giovedì, 05 Gennaio 2017 12:45

Osteria La Torre

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

L’Osteria è nel centro storico di Cherasco, paese culturalmente molto vivace, che vale la pena di conoscere, così come questo locale a gestione familiare, dove si trova la classica e genuina cucina della tradizione piemontese, rivisitata con intelligenza e fantasia. Da circa 10 anni lo chef Marco Falco, aiutato oggi dal figlio Mattia, propone i piatti del territorio rigorosamente a km 0, seguendo la stagionalità. In sala uno staff tutto al femminile con Gloria, Erica e Sasha, gentili e sorridenti. L’ambiente è moderno e accogliente, nella stagione estiva si può mangiare nel dehors, circondati dal verde. Oltre al menù alla carta, i piatti del giorno sono scritti sulla lavagna com’era d’uso nelle osterie da queste parti. Negli antipasti troviamo il classico vitel tonné, l’uovo a 62° con asparagi stufati e fonduta. Consigliati tra i primi i tajarin al tuorlo d’uovo con il ragù di salsiccia di Bra o gli agnolotti del “plin” (pizzico) ai tre arrosti al fondo bruno. Nei secondi non potevano mancare le lumache, specialità della zona, dove sono raccolte e allevate, ma da assaggiare anche il coniglio al civet e lo scamone in crosta di grissini. Per finire in dolcezza da provare lo zabaione al marsala o i deliziosi sorbetti. Alla carta un pasto circa € 35. Ampia carta dei vini, con etichette locali, nazionali e internazionali.

L’Osteria è nel centro storico di Cherasco, paese culturalmente molto vivace, che vale la pena di conoscere, così come questo locale a gestione familiare, dove si trova la classica e genuina cucina della tradizione piemontese, rivisitata con intelligenza e fantasia. Da circa 10 anni lo chef Marco Falco, aiutato oggi dal figlio Mattia, propone i piatti del territorio rigorosamente a km 0, seguendo la stagionalità. In sala uno staff tutto al femminile con Gloria, Erica e Sasha, gentili e sorridenti. L’ambiente è moderno e accogliente, nella stagione estiva si può mangiare nel dehors, circondati dal verde. Oltre al menù alla carta, i piatti del giorno sono scritti sulla lavagna com’era d’uso nelle osterie da queste parti. Negli antipasti troviamo il classico vitel tonné, l’uovo a 62° con asparagi stufati e fonduta. Consigliati tra i primi i tajarin al tuorlo d’uovo con il ragù di salsiccia di Bra o gli agnolotti del “plin” (pizzico) ai tre arrosti al fondo bruno. Nei secondi non potevano mancare le lumache, specialità della zona, dove sono raccolte e allevate, ma da assaggiare anche il coniglio al civet e lo scamone in crosta di grissini. Per finire in dolcezza da provare lo zabaione al marsala o i deliziosi sorbetti. Alla carta un pasto circa € 35. Ampia carta dei vini, con etichette locali, nazionali e internazionali.

Informazioni aggiuntive

  • Indirizzo: Via dell'Ospedale, 22
  • Cap: 12062
  • Città: Cherasco
  • Telefono: 0172488458
  • Web: www.osterialatorre-cherasco.it
  • Chiusura: Lunedì
  • Ferie: 20 giorni a luglio e 10 dopo natale
  • Lingue: Inglese, Francese
  • Carte Accettate: Visa, MasterCard
Letto 240 volte Ultima modifica il Lunedì, 09 Ottobre 2017 14:05